La storia del maglione viola

La storia del maglione viola

Quando giungerà la primavera, riporrò di nuovo il maglione nell’armadio, in una scatola, per fare largo ad un’altra stagione. Ma so già che non basterà l’aria vivace ad intrappolarti sul fondo di uno scaffale e ad accantonarti. Continuerai a galleggiare nei pensieri informi, a svegliarmi la notte come una febbre improvvisa e fuori luogo, e ti rivedrò nella luce tremula della candela che rischiarava la stanza dove festeggiammo il mio non compleanno. Tenterò di appannare i sensi e certamente mi aiuterà non affondare le mani e la faccia nella morbidezza…

Benedetta Palmieri: «Nella scrittura apprezzo molto pulizia e densità»

Benedetta Palmieri: «Nella scrittura apprezzo molto pulizia e densità»

Ho chiacchierato di scrittura con Benedetta Palmieri, scrittrice e giornalista napoletana.  Dopo la mia recensione al suo I Funeracconti (Feltrinelli), ci siamo scritte spesso. Credo nel suo talento e quest’intervista è un viaggio nel suo mondo di fogli, penne e libri. Una domanda standard: perché scrivi? Potrei semplicemente dire perché mi piace, e sarebbe una risposta corretta. Però forse anche incompleta, o imprecisa. Perché in verità credo di averlo in qualche modo dato per scontato già da quando ero piccola. Non ho ricordi precisissimi, ma sensazioni sì; e mi rimandano…

La signorina M. e l’ora di ginnastica

La signorina M. e l’ora di ginnastica

«Che hai? sei di cattivo umore?» chiedo alla signorina M. non appena mi apre la porta di casa sua, col broncio di chi è appena rientrato da una vacanza alle Mauritius. «No, tesoro. Stavo solo facendo un po’ di aerobica e tu mi hai interrotto sul più bello, ecco tutto.» La guardo interdetta. Noto ora la tuta, la coda di cavallo, e mi chiedo da quando abbia preso a sgambettare, visto che di solito bastano dieci minuti a piedi per fiaccarla. «Scusami, non volevo» replico, sicura che, alla fin fine,…

Una famiglia quasi felice

Una famiglia quasi felice

«Mammà, voglio salire in braccio». Antonio, detto Tonino, lo ripete due volte. Forse un po’ si vergogna, perché mentre lo dice, non fa che nascondersi dietro la gamba del fratello maggiore.  Tonino, però, non ha motivo di arrossire: a occhio e croce ha meno di sei anni, e a sei anni certe attenzioni si desiderano come per imposizione della natura. Il fratello di Tonino ha stampato sul viso l’imbarazzo di chi sta in mezzo, tra la madre che non sente, o fa finta di non sentire, e il fratellino querulo….

Questa volta i capelli non li taglio

Questa volta i capelli non li taglio

Ti ricordi quando hai compiuto 18 anni? Ora che stai per compierne 30 quella stagione di rose zeppe di spine ti pare difficile da riacciuffare. Hai attraversato questi dodici anni con lo stesso passo, solo che al posto degli anfibi indossi gli stivali, e i capelli, da lilla, sono tornati castani. E sono lunghi, non come allora, quando, all’alba del 18esimo anno di vita, corresti dal parrucchiere e gli dicesti “diamoci un taglio”. Lui ti guardò sbigottito. Non ti aveva mai allettato l’idea di un caschetto. Però, quella volta non esitasti, e lui tagliò,…

Nessuna più: gli scrittori con le donne

Nessuna più: gli scrittori con le donne

Porgere una parola come si porge un fiore. L’hanno fatto 40 scrittori che, in occasione del 25esimo anniversario di Telefono Rosa, hanno lavorato all’antologia Nessuna più (Elliot editore) per risvegliare l’attenzione sul dramma della violenza sulle donne. L’idea è di Marilù Oliva, scrittrice, che, sebbene presa dalla stesura di uno racconti della raccolta, ne ha tenuto anche le fila in veste di curatrice. Ogni scrittore è andato oltre lo scandalo urlato alla Tv, al  mal di stomaco che sale puntuale non appena il giornalista di turno annuncia che è un’altra donna…

La signorina M. e il concerto di Brunori Sas

La signorina M. e il concerto di Brunori Sas

Driiiin. Il telefono della signorina M. squilla. «Si?» «Ciao, sono io» «Tesoro, ciao. Dimmi tutto» «Volevo chiederti se stasera ti andrebbe di accompagnarmi ad un concerto di Brunori Sas» «E chi sarebbe?» «Ma come chi sarebbe? È un cantautore molto ironico e anche un po’ esistenzialista. Insomma un bel mix. Dovrebbe piacerti» «Ah sì, e come mai io non ne ho mai sentito parlare? «Ma come Lei, lui, Firenze e il brindisi a noi che non ci amiamo più?» «Stai blaterando, o cosa? Un altro fenomeno pop che spacciamo, anzi…

La pecora nera su Babelit

La pecora nera su Babelit

Amici, sono contenta. Un racconto a cui tenevo tanto e che ha trovato una ragione di più, oltre l’idea, nel contest letterario di Babelit, ha passato la prima selezione. Qui per leggere il racconto Che cos’è Babelit? Un contest che tenta di dare voce agli immigrati che vivono in Italia o agli Italiani che vogliono raccontare una storia di integrazione. L’obiettivo è avvicinare, attraverso il racconto, culture diverse.  Possono partecipare al contest gli under 35 non vincolati da contratto con la Siae.  Si partecipa caricando il racconto on line. Nel…