Mandami tanta vita: il romanzo ispirato alla vita di Piero Gobetti

Mandami tanta vita: il romanzo ispirato alla vita di Piero Gobetti

È stato chiaro Paolo Di Paolo, scrittore trentenne finalista allo Strega 2013, rispetto al suo Mandami tanta vita (Feltrinelli editore): «Ho preso solo spunto dalla biografia di Piero Gobetti. Per il resto ho scritto un romanzo». Eppure, al di là della maestria letteraria innegabile, il merito di questo romanzo è stato proprio  riconsegnare alla memoria collettiva i trascorsi di un ragazzo, già uomo per i suoi tempi, gli anni Venti.  Un uomo per le idee, e che a soli venticinque anni si era conquistato la fama di editore e di giornalista. «L’editore giovane» lo chiamavano a Torino….

Veronica di Mary Gaitskill: quando la moda è un labirinto di specchi

Veronica di Mary Gaitskill: quando la moda è un labirinto di specchi

Le sfilate, il successo, la magrezza che fa gola e diventa una croce. È il labirinto di specchi della moda, dove si perde la protagonista di Veronica (Nutrimenti ed., traduzione di Dora Di Marco) di Mary Gaitskill, scrittrice statunitense finalista al National Book Award e al National Book Critics Circle Award. Alison Owen, voce narrante e personaggio chiave del romanzo, è bella ed ha classe. Qualcuno le suggerisce di fare la modella. Lei pare non crederci, poi cede e si fa scattare le prime foto. Il passo dall’anonimato alla celebrità…

Mare d’inverno: Grazia Verasani torna con una storia di amicizia

Mare d’inverno: Grazia Verasani torna con una storia di amicizia

Dice bene la scrittrice e blogger Marilù Oliva: alla fine, quando avrete sfogliato l’ultima pagina, desidererete telefonare alle vostre amiche storiche e chiacchierarci, come ai vecchi tempi.  Il libro in questione è Mare d’inverno (Giunti) di Grazia Verasani, scrittrice e cantautrice, che dopo “Accordi minori” (Gallucci), torna in libreria con una storia di amicizia al femminile. La voce narrante è di Agnese, professione insegnante, sposata con un uomo che non ama più. Lei e Vera, giornalista in carriera, spigolosa e impenetrabile, raggiungono la loro amica Carmen, depressa per l’ennesima delusone…

Fui con te a Santa Lucia, al portico dei Servi per Natale

Fui con te a Santa Lucia, al portico dei Servi per Natale

Ricordi? Fui con te a Santa Lucia/al portico dei Servi per Natale/credevo che Bologna fosse mia Cominciasti a cantare questa canzone e io ti ascoltavo. Ridevo perché faceva al caso nostro: stavamo sotto il portico dei Servi, Natale era passato da qualche giorno, l’anno stava finendo e avevamo Bologna in tasca. Ci abbiamo consumato le suole lungo le strade, mattina e sera, fino a notte, quando ci accompagnava soltanto il nostro scalpicciare. Sarei rimasta là per sempre. Napoli la sentivo lontana, quasi non ci avessi mai vissuto. Com’è che uno…

Fuoco e neve: il libro sulla Resistenza che vi appassionerà

Fuoco e neve: il libro sulla Resistenza che vi appassionerà

Un funerale esemplare e “Bella ciao” che suona, col suo concentrato di romanticismo e malinconia. Eccola l’ultima immagine di Fuoco e neve (Pendagron editore), il romanzo di Maurizio Garuti, autore teatrale che ripercorre la storia di S. Giovanni in Persiceto, paesino dell’hinterland bolognese. I fatti risalgono alla Resistenza italiana contro le ripercussioni naziste, all’indomani delle nuove alleanze e dello sbarco degli Americani. Eda, moglie di Armando, uno dei protagonisti, scrive una lettera accorata per ripercorrere quegli anni lontani eppure ancora vividi. Lei è appena una ragazzina quando conosce Armando e suo…

Inquieta troppo spesso

Inquieta troppo spesso

Inquieta troppo spesso. La frase è in bella vista in quel quadro di Gottuso che mi piace tanto. L’abbraccio è una promessa e una via di salvezza. I due innamorati si aggrappano l’un l’altro, anche se a ben vedere è lei, la ragazza, ad essere quella più esposta. È lei l’inquieta. Guardo il facsimile dell’opera, un’immagine pescata in rete. Mi piace, mi piace sempre. Oggi come il giorno che l’ho stampata su un foglio A4 e l’ho regalato a J. Volevo mi conoscesse, volevo spianargli la strada, tendergli la mano….