Sul vizio di leggere, verosimilmente prima degli e-book

Sul vizio di leggere, verosimilmente prima degli e-book

C’è un vizio che mi caratterizza: leggere. Lo sanno tutti: amici, genitori, fidanzato. Leggere è vitale, nel senso che fa parte del mio quotidiano come lavarmi, bere, mangiare. Leggo da che ero bambina, avevo (ed ho) un debole per le storie. Sono sensibile alle parole, certo. E scrivo, anche. Ma scrivere ha a che fare con un’altra dimensione. Lo faccio per comunicare. Invece quando leggo evado, mi distraggo, mi curo.  Ma stiamo parlando del leggere, quindi lascio perdere i motivi per cui scrivo. Lo sapete che sul vizio di leggere…

Libri da amare – La ragazza dell’addio

Libri da amare – La ragazza dell’addio

Da qualche parte ho letto che Giorgio Scerbanenco (ne ho scritto anche qui), scrittore famoso negli anni Cinquanta per i suoi gialli, ha sofferto molto. Soffriva perché veniva tacciato di banalità nella trama di alcuni suoi lavori, soffriva perché il Belpaese non l’ha mai considerato un bravo autore nostrano (nacque a Kiev ma ha vissuto in Italia), alla stregua di Alberto Moravia o Italo Calvino. Poi leggo La ragazza dell’addio (Garzanti) e penso che in questo Paese le cose (opinioni, meriti) girano al contrario. Signori, questo romanzo è sì semplice, ma di…

Libri da amare – All’impazzata di F. Sagan

Libri da amare – All’impazzata di F. Sagan

Ci sono giorni che annego tra i pensieri, nelle cose del quotidiano. E se penso alla vita è automatico che rievochi pure le pagine che più mi hanno appassionato, coinvolto, almeno negli ultimi anni. Sono quasi sempre storie d’amore, storie di scelte, rinunce. Storie umane. Non pensate male: per me, che sono cresciuta leggendo e scrivendo, riflettermi nelle parole amate è automatico. E poi: certi personaggi sono tanto verosimili, tanto vicini da non poterli lasciare, anche con il passare del tempo. È il caso di Lucile, ad esempio. Lucile è…