Diario di un’utopista postmoderna – Dolce naufragare in una busta di patatine

ragazza-beve-birra
PrintFriendly and PDF

Non è pasquetta senza due gocce di pioggia. Ma la pioggia inibisce l’iniziativa, si sa. Così dopo un pranzo a tu per tu con il tuo cuore e il suo gemello, sei uscita per incontrare gli amici. Il cielo continuava a venir giù e l’acqua cancellava le tracce di giorni allegri a girandolare tra il paese e la città. L’unica soluzione per godersi le ultime ore liete era scegliere di stare al chiuso, e alla fine avete scelto, tu e gli altri, di sostare al bowling. Dopo un paio d’ore a giocarvi la giornata su un tavolo di carambola, siete andati al bar, quello con la terrazza prepotente sul mare, anche se d’inverno è inaccessibile. Qua avete ordinato sprizz e birra, naufragando in un pacco di patatine al mais saltate al formaggio. Con le mani insudiciate avete dileggiato il mondo. Il mondo che, stretti nella morsa della provincia, potete solo immaginare.

Be Sociable, Share!

    Related posts

    2 thoughts on “Diario di un’utopista postmoderna – Dolce naufragare in una busta di patatine

    1. Marco

      ok ok però…sprizz si scrive “spritz”! ahah

      1. Marina Bisogno

        Sono un’ignorantona

    Leave a Comment