Gli uomini preferiscono le bionde: il romanzo più venduto negli anni Venti

anita-loos-gli-uomini-preferiscono-le-bionde
PrintFriendly and PDF

Sono gli anni del fox trot, del jazz e dello swing. Sono gli anni Venti, la vita degli intellettuali di New York ruota intorno all’Hotel Algonquin e Anita Loos, scrittrice di romanzi e di soggetti cinematografici, conquista il mondo. Nel 1925 pubblica Gli uomini preferiscono le bionde, che diviene ben presto un best-seller. Il romanzo ha la struttura di un diario e a scriverlo è Lorelei Lee, una bionda sofisticata e capricciosa che ha lavorato per il cinema. L’idea di dedicarsi alla narrativa le balena quando incontra il signor Eisman, un imprenditore attivo nel mercato dei bottoni a Chicago. È lui a regalare a Lorelei un taccuino: è convinto che le fantasticherie e i ghiribizzi della ragazza possano trovare spazio sulla pagina e divertire. Lorelei non si fa pregare e inizia a compilare la cronaca, a volte sgrammaticata, delle sue giornate mondane. Eisman è invaghito di lei e si impegna a farne una signora a tutti gli effetti: la avvicina ai locali e ai ristoranti giusti, le permette di viaggiare (Londra, Parigi, Budapest). Peccato che Lorelei sia sensibile agli ammiccamenti e alle provocazioni dei suoi spasimanti. Tra questi c’è il romanziere Gerry Lamson che disapprova la relazione tra Lorelei e il signor Eisman. Ma Lorelei non ha alcuna intenzione di allontanarsi da Eisman: quell’uomo crede in lei, nelle sue qualità e soprattutto la sovvenziona mentre se va in giro per l’Europa con la sua amica Dorothy, la quale prende a frequentare un redattore contro la volontà della stessa Lorelei. Per Lorelei legarsi ad un uomo vuol dire anzitutto pesargli il portafogli, badando, chiaramente, anche all’eleganza, al fascino e alle opportunità che può offrire il matrimonio. Lorelei non disattende la regola che applicherà, passo passo a se stessa, fino ad ottenere ciò che vuole. Gli uomini preferiscono le bionde è un libro irritante, ma veritiero, nonostante il tempo trascorso. È puro intrattenimento, disimpegno totale. Lorelei scala i gradini della società, bada al divertimento e alla sua carriera. C’è poco altro che valga per lei più delle serate al Ritz. Lorelei Lee è un’arrampicatrice sociale e bella com’è non le viene difficile raggiungere la vetta.

Curiosità

Ancor prima della pubblicazione, le avventure di Lorelei Lee sono apparse a puntate su Harper’s Bazaar. Nel 1925 viene pubblicato il romanzo e nel 1926 è il secondo titolo più venduto in America, tanto che Edith Wharton l’ha definito “il grande romanzo americano”. Dal romanzo di Anita Loos è tratto il film omonimo, del 1953, con Marilyn Monroe and Jane Russell.

Be Sociable, Share!

    Related posts

    One thought on “Gli uomini preferiscono le bionde: il romanzo più venduto negli anni Venti

    1. […] Romanzo cult degli anni Venti, nel 1953 ha ispirato il film omonimo, con Marilyn Monroe and Jane Russell. È puro intrattenimento, disimpegno totale, tra arrampicatrici sociali, uomini imbellettati e la bella vita americana. Ne ho scritto qui. […]

    Leave a Comment