Libri da leggere a febbraio

cade-la-terra-libro-di-carmen-pellegrino
PrintFriendly and PDF

E di colpo giunse il mese di febbraio dice una famosa canzone. Così, per questo mese freddo e corto, ecco una lista di libri da leggere. La lista è frutto di una ricerca tra comunicati stampa, occhiate tra gli scaffali e passa parola. Voilà:

Cade la terra, di Carmen Pellegrino, Giunti editore

Chi ha conosciuto o segue Carmen sa quanto ha faticato per arrivare a questo momento.  Nota ai più per le sue ricerche sui borghi dimenticati e già autrice di saggi e di bellissimi racconti, Carmen Pellegrino pubblica il suo primo romanzo. In primo piano Alento, un borgo abbandonato che vuole colare a picco, ed Estella, la protagonista, tanto brava ad accudire le anime. Voci, dialoghi, storie di un mondo chiuso dove la ricchezza e la miseria sono impastate con la stessa terra nera. E c’è chi parla già di capolavoro, di tassello della grande letteratura meridionale del Novecento.

Solo il tempo di morire, di Paolo Roversi, Marsilio editore

È il romanzo criminale di Milano, in preda alle scorrerie di tre banditi che si danno da fare per il controllo della metropoli lombarda. C’è anche un poliziotto a contrastare la criminalità. Siamo tra gli anni Settanta ed Ottanta e la città è teatro di lotta senza quartiere tra organizzazioni criminali e bande nascenti. Il lettore rivivrà il periodo (dal 1972 al 1984) che sotto silenzio ha influito sulla storia della città e dell’Italia. Incuriosisce, vero?

La notte…l’attesa, di Salvatore Adamo, Fazi editore

Salvatore Adamo, cantautore siciliano, scrive il suo primo romanzo autobiografico, tra ironia e suggestioni. Julien, trent’anni, è figlio di emigrati italiani in Belgio. Viene licenziato dal grande magazzino in cui lavora ma intraprende presto una carriere di aiuto becchino. Un lavoro improbabile, dal momento che Julien è un artista: ama la musica e la pittura. Tra l’altro vagheggia: è innamorato di Charlie, una ragazza fascinosa dal passato oscuro. I due hanno avuto già una storia d’amore, finché Charlie è scomparsa all’improvviso senza lasciare tracce. Man mano che si snodano le vicende, ritorniamo in Italia, in Sicilia, ad una terra di mare e di sole. Nostalgico, ironico, con delle punte di comicità, questo romanzo è un omaggio al Paese e alla Sicilia.

Pétronille, di Amélie Nothomb, Voland edizioni

Torna i libreria l’amata Amélie Nothomb. Il romanzo è una storia di amicizia e di passione. Le protagoniste sono due scrittrici, una affermata e amata dal pubblico, l’altra geniale eppure meno nota. Si chiamano: Amélie Nothomb e Pétronille Fanto. Il loro rapporto prende forma tra libri, librerie, letteratura e indimenticabili bevute. A unire le due donne infatti, oltre alla scrittura, c’è anche la comune passione per lo champagne. Che accadrà? I fan della Nothomb sono in visibilio.

Questo viaggio chiamavamo amore, di Laura Parlani, Einaudi editore

Laura Parlani ed Einaudi rievocano la storia del poeta Dino Campana, negli anni di reclusione nel cronicario di Castel Pulci. Al centro la follia, il genio, il viaggio (mai provato) del poeta in Argentina. Un libro in cui il ricordo diventa visione, racconto reale o fantastico.  Una chicca per gli appassionati.

Atti osceni in luogo privato, di Marco Missiroli, Feltrinelli editore

Chi conosce Missiroli? L’autore, classe 1981, ci regala un personaggio dolce e ingombrante insieme. Libero Marsell ha dodici anni e a Parigi scopre che sua madre tradisce il padre. Il ragazzo cresce di colpo e inciampa nei dolori dell’età. Che vuol dire diventare adulto? Che vuol dire amare? Fa amicizia con Marie, bibliotecaria del IV arrondissement, dispensatrice di saggezza, innamorata dei libri e della sua solitudine. Ben presto Libero conosce l’amore e il sesso. Poi qualcosa si lacera e giunge  l’ora di cambiare città e di fare i conti con se stesso. Una bella matassa di sentimenti e stati d’animo.

 Buone letture

 

Be Sociable, Share!

    Related posts

    Leave a Comment