Nessuno si salva da solo

nessuno-si-salva-da-solo
PrintFriendly and PDF

Quando e come finisce l’amore tra due che si amano da pazzi e si giurano fedeltà? Una domanda da un milione di dollari, che fa girare il mondo come il sentimento a cui si accompagna. “Nessuno si salva da solo” di Margaret Mazzantini insegue la risposta dell’interrogativo d’apertura. I protagonisti del romanzo, Gaetano e Delia, si incontrano una sera al ristorante. Hanno divorziato e devono decidere come sistemare Cosmo e Nico, i figli, per le vacanze. Accanto a loro – costretti in un angolo del locale affollato – siede una coppia di anziani. Dai loro gesti traspare ancora il rispetto, un bisogno reciproco che sa di amore. Gaetano e Delia, invece, viaggiano già su due binari paralleli.  Li scuotono la rabbia, la nostalgia, la voglia di ripartire da soli, liberati dal fardello dell’altro. Ora, faccia a faccia, gli ex coniugi affogano nei flashback. Che farne di tutto l’amore? dei ricordi? Niente. Sembra non ci sia altra strada che lasciar svaporare la pelle, riempire i vuoti con un altro corpo o anche con la propria solitudine.

Il fuoco è già cenere. Delia e Gaetano – finita la cena – si alzano, si guardano per l’ultima volta e si confessano che non c’è più alcuna appartenenza. Oltre un futuro sconosciuto, permane la domanda “quand’è che abbiamo cominciato a distruggerci?”

Be Sociable, Share!

    Related posts

    Leave a Comment