Qualche libro da leggere in questo freddo gennaio

copertina-gli-anni-al-contrario
PrintFriendly and PDF

Gennaio: inizia un altro anno, ma sempre insieme ad una buona storia. Le case editrici sono scatenatissime tra comunicati di lancio e inviti alle presentazioni. Ho selezionato per voi qualche libro da leggere. Pronti? Via!

Gli anni al contrario di Nadia Terranova, Einaudi

Torniamo nel 1977, a Messina. Aurora è figlia di un fascista e fin da bambina vuole diventare la più brava della classe per poi, un giorno, lasciare la casa paterna. Giovanni, invece, è un ribelle e ce l’ha con quanti hanno reso il comunismo un fenomeno da baraccone. Neanche a dirlo: i due si incontrano all’università e dopo un mese aspettano già una bambina. La vita insieme si rivela però diversa da come l’avevano immaginata. Giovanni tenta di entrare nelle brigate rosse, ma invano. Spossato dalla fissazione che le cose importanti accadano sempre da una’altra parte, inizia a drogarsi. Aurora scappa. Eppure non riuscirà mai a farlo fino in fondo. Un romanzo storico e sentimentale insieme, per capire cosa o chi siamo stati.

Jean Claude- Izzo di Stefania Nardini, E/O 

Torna in libreria Stefania Nardini, scrittrice e giornalista. E torna con Jean Claude Izzo, anch’egli giornalista e scrittore, vissuto e morto a Marsiglia. ma con l’Italia nel sangue.  Non è la prima volta che la Nardini ci racconta di Izzo. In un volumetto tascabile, proposto da Perdisa editore nel 2010, Stefania rendeva giustizia ad una voce che ha riconquistato l’attenzione della gente, anno dopo anno.  Un autore che è stato soprattutto la sua città. Per scrivere di Izzo, Stefania si è trasferita per mesi a Marsiglia (ora ci abita), ha parlato con i suoi parenti, ha interpellato gli artisti che lo hanno conosciuto e amato, come Gianmaria Testa.  Con quel suo stile giornalistico e letterario insieme, Nardini riparte da dove aveva messo il punto, con aggiornamenti e risvolti.

Numero zero di Umberto Eco, Bompiani

È dal 2010 (Il cimitero di Praga, Bompiani) che Umberto Eco non pubblica romanzi. Ora l’autore del “Nome della rosa”(e di molto altro) torna con una fiction ambientata nella Milano del 1992, all’epoca di Tangentopoli. C’è un gruppo di giornalisti senza scrupoli che fonda un nuovo quotidiano. Da qui Eco percorre a ritroso mezzo secolo di storia italiana attraverso i misteri politici: Gladio, le Brigate Rosse, la P2 ecc. E nella ricostruzione di queste vicende, ci scappa pure il morto.

Animali domestici di Letizia Muratori, Adephi

Chiara ama i suoi cani, ma una notte la polizia glieli porta via. Corre dalla sua amica Letizia e le porge il quaderno dove da sempre raccoglie i nomi e le foto degli animali che ha accudito. Letizia, che potrebbe ricavarci un libro da quel materiale, inizia a raccontare la sua vita di ex randagia spaventata, sottomessa, e per fortuna anche dispettosa. Parla anche degli uomini – dell’infernale Edi Sereni, in particolare – e delle donne che, nel tempo, hanno preteso di addomesticarla.  Una commedia rosa ma anche noir, tutta da assaporare.

Charlotte di David Foenkinos, Mondadori

Amsterdam, lo scrittore francese David Foenkinos scopre l’arte di Charlotte Salamon, pittrice ebrea nata a Berlino e morta a 26 anni nel campo di concentramento di Auschwitz. È una folgorazione: Foenkinos le dedica un libro e scrive di lei. L’infanzia a Berlino, la morte dei suoi cari perseguitati dai nazisti, la scoperta della pittura durante un viaggio in Italia. La pittura si rivela una vocazione, tanto che – unica studentessa ebrea – viene ammessa all’Accademia delle Belle Arti. Poi l’amore, la passione assoluta per l’uomo che per primo la incoraggia e la costringe a scappare in Francia per salvarsi e continuare a dipingere. E lo farà per non impazzire, fino a quando, sotto assedio, consegna i suoi lavori ad un amico. Leggerete di un talento pazzesco e di un destino tragico, come spesso capita ai più grandi.

La tentazione di essere felici di Lorenzo Marone, Longanesi

Cesare Annunziata è un vecchio cinico seccatore. Settantasette anni, vedovo da cinque e con due figli, ha imparato a fregarsene di quel che pensano gli altri e dei sogni mai realizzati. Non fa bilanci, è ironico.Ma un giorno, nel condominio, arriva la giovane ed enigmatica Emma, insieme ad un tizio poco raccomandabile. Cesare capisce subito che in quella coppia c’è qualcosa che non va. E non vorrebbe certo impicciarsi, se non fosse per gli occhi tristi di Emma che chiedono aiuto. I segreti che Cesare scoprirà sulla sua vicina di casa, e di riflesso su se stesso, sono l’humus di questo romanzo coinvolgente, feroce e umano. Buone le premesse per questo scrittore, classe 1974, avvocato pentito, e già autore di diversi libri (tra tutti “Daria”).

 

Be Sociable, Share!

    Related posts

    Leave a Comment