Scene di vita #2 – La lontananza sai è come il vento

ragazza-lontana-dal-suo-amato
PrintFriendly and PDF

La lontananza sai è come il vento cantava una canzone. E una ragazza scrive un pensiero al suo amato, che è partito

Ti è mai capitato di pensare a me, a noi, e di vedere i pezzi di vita – sorrisi, mani, occhi, risate – che saltano fuori come grilli? Fuori dalla memoria, farciti di rielaborazioni personali. Il nostro film ti è mai sfrecciato nei pensieri? A me capita adesso. Adesso che non comparirai da dietro un muretto o una colonna per farmi una sorpresa, con la camicia linda e la cravatta ben annodata. Adesso che non mi aspetterai sotto casa con pazienza, nonostante il mio ritardo. Sei partito: qui non ci vuoi stare. Hai tirato fuori la valigia, hai imbracciato il portatile e sei salito su un treno dell’alta velocità. Mi pare sia accaduto tutto in un attimo: l’incontro, le ore, i giorni, i mesi, gli anni.  Gli anni.  So che sto tradendo le mie teorie sull’amore e sulla forza delle donne.  A che mi è servito leggere Sagan e De Cespedes se non riesco a ignorare questa assenza e riderne?

Be Sociable, Share!

    Related posts

    Leave a Comment