Christiane F.: vi racconto la mia seconda vita

Christiane F.: vi racconto la mia seconda vita

«Non so quanto tempo mi resti da vivere. Non mi pongo la domanda, non ne sono capace, non voglio pensare incessantemente alla morte. Spesso ho desiderato che quel momento arrivasse, altre volte mi fa paura, è ovvio. Ma non importa: chi avrebbe mai creduto che sarei arrivata a cinquanta anni?» Questa considerazione, amara, scomoda, reale, è di Christiane Vera Felscherinow, che ne “La mia seconda vita” (Rizzoli, traduzione di C. Galli), torna a parlare di sé dopo il clamore suscitato da “Noi ragazzi dello zoo di Berlino”, bestseller degli anni Ottanta…