Clara

Clara

Quando Clara ti ferma, hai appena imboccato via dell’Indipendenza. Sta raggomitolata sul ciglio di un portone, con accanto Flipper, il cane, sotto un tappeto di tegole ocra. La caligine è fitta e lascia allo sguardo poco spazio per vagare, per immaginare le case, i profili delle persone su e giù per il corso. La sua voce spezza un silenzio a cui non sei avvezza, ma non per questo ti dispiace. «Hai una moneta?» ti chiede. Non fai in tempo a dire di no che già affondi le mani nelle pieghe…