Il vento del Nord e una caterva di email

Il vento del Nord e una caterva di email

Uno sbaglio nel digitare una vocale e l’email di Leo Leike vola dritta dritta nella casella di posta di Emmi Rothner. Non l’avesse mai fatto il buon Leo: da quel momento, complice l’ironia delle prime battute, s’intreccia uno scambio di messaggi dapprima innocuo, poi invadente, pretenzioso. Prima di giorno, poi di notte. Emmi si esalta per il sarcasmo delle risposte del suo amico fantomatico. Leo trova in Emmi un diversivo alle sue aporie sentimentali. Si danno appuntamento davanti allo schermo, brindano, si ubriacano e scrivono di desiderarsi. I buongiorno, buonanotte,…