Finirai per detestare D’Annunzio

Finirai per detestare D’Annunzio

“Che strano amore! – diceva Elena, ricordando i primissimi giorni, il suo male, la rapida dedizione. – Mi sarei data a te la sera stessa ch’io ti vidi”.  Finirai per detestare D’Annunzio, lo sai. Le sue parole disegnano in questo pomeriggio le scene di un film già visto e che non fa ridere. E pensare che era stato Andrea, l’anno scorso, a volerti conoscere a tutti i costi. Tu te ne stavi per i fatti tuoi, seduta in un’aula della Facoltà a seguire Letteratura francese. Lui si è seduto vicino…

Parafrasando D’Annunzio

Parafrasando D’Annunzio

Fa caldo. L’estate è deflagrata in primavera e il mare sfiora la città. Sta lì, in attesa che la gente ci si riversi a frotte. Conti i giorni che ti separano dal week end. Tu e Ada scapperete in spiaggia per la prima tintarella, e per ore ed ore ve ne infischierete del mondo. Oggi però ci sono i corsi all’università.  Il cortile della Facoltà è un’accolita di studenti con il mondo tra i pugni, e lo dileggiano, lo prendono a calci, lo mangiano e lo vomitano come e quando pare…