La signorina M. e la dolce evasione

La signorina M. e la dolce evasione

Chérie, sono in un posto fantastico. Solo io, il mare e qualche avventore. Ne sto approfittando per ritemprare i nervi. Il messaggio dellasignorina M. mi ruba una risata. Decido di telefonarle. «Ehilà» «Tesoro, ciao. Hai ricevuto il mio messaggio?» «Sì, sì, ti chiamo giusto per quello. Ma che storia è: disdegni i concerti e ti diverti nel deserto?» «Deserto? Chérie, in verità sono a dieci passi dal mare…» «Intendo deserto umano!» «Ah ecco. Be’ direi che tra l’essere qui e l’aborrire certi concerti non esista alcuna incongruenza. E, in più, ti…