Dove il sole non sorge mai: un bel romanzo di Giorgio Scerbanenco

Dove il sole non sorge mai: un bel romanzo di Giorgio Scerbanenco

Può un romanzo ispirare divertimento, tenerezza e apprensione? Giorgio Scerbanenco, padre del poliziesco a cui è dedicato il premio letterario omonimo, nativo di Kiev ma milanese dall’età di 16 anni, scriveva libri del genere. Libri belli, stilosi. Libri che sono gialli ma anche favole sociali, e insegnano, stigmatizzano. Nel 1975 Garzanti pubblica “Dove il sole non sorge mai”, romanzo con al centro la disavventura di Emanuela Sinistalqui, un’adolescente cocciuta di nobili origini (per tutti è la contessina), orfana dei genitori, coinvolta in una rapina e poi rinchiusa in riformatorio. La notizia che la giovane…