Esistenziale veramente

Esistenziale veramente

Sul finire dell’estate scorsa mi trovavo a Milano per lavoro. Alloggiavo a Monza e mi spostavo in treno, coprendo le distanze in meno di un quarto d’ora. Gli amici mi scrivevano messaggi su WhatApp ricordandomi che Monza-Milano è un percorso esistenziale, almeno stando a quanto cantavano i Bluvertigo in Zero. Morgan e compagni si riferivano al fatto che il pendolarismo titilla desideri e ghiribizzi: anche un percorso tanto breve può essere carico di attese. Il che si verifica pure se il viaggio non ha niente a che spartire con Monza…