Della giovinezza e di certe stagioni della vita #2

Della giovinezza e di certe stagioni della vita #2

Cara M. com’è che quando uno ha sedici anni crede sia per sempre? Com’è che uno crede di avere il mondo in pugno, di poter scalare le montagne, di potersi permettere tutti i sogni perché, tanto, si avvereranno tutti? Roba da bimbi viziati, dici? Si eravamo viziati, o solo fortunati. Noi non abbiamo alzato un dito, dovevamo solo studiare, ce lo chiedevano a casa, i nostri sgobbavano per questo.  E lo abbiamo fatto, giorno dopo giorno, tra una festa e un concerto. Intorno i testi delle canzoni. Mica potevamo fare…