La ragazza dello Sputnik e l’estate con i giapponesi

La ragazza dello Sputnik e l’estate con i giapponesi

Chi può distinguere il mare da ciò che vi si riflette?/O dire dove finisce la pioggia e comincia la malinconia. (La ragazza dello Sputnik) Non passa estate senza leggere un autore o un’autrice giapponese. Banana Yoshimoto ha allietato mattinate in spiaggia o pomeriggi eterni, in attesa che arrivasse la sera. Da Kitchen a Ricordi di un vicolo cieco, da Sonno profondo a Delfini, da Chie-Chan e io a Andromeda Heights, le ferie sono sempre state un’ottima scusa per lasciar perdere le paturnie occidentali e abbandonarmi a una narrazione immaginifica. Quest’anno…