L’età del malessere: recensione

L’età del malessere: recensione

Quando ho finito di leggere “L’età del malessere” (Einaudi), il romanzo di Dacia Maraini che nel 1963 ne decretò il talento, ho pensato che perdermelo sarebbe stato un peccato. La Maraini ha fatto capolino nella mia adolescenza con “La lunga vita di Marianna Ucria” e mi ha riempito i pomeriggi, schiarendo spazi che vivevo timida ed attraversavo a tentoni. La liaison letteraria è andata avanti per anni fino alla rottura. Oggi, però, dopo più di dieci anni, i romanzi della scrittrice sono tornati a popolare le mie feste immaginifiche, senza…