La signorina M. e le libere scelte

La signorina M. e le libere scelte

Io e la signorina M. ce ne stiamo sul divano a leggere. Lei è immersa nel Grande Gatsby di F.S. Fitzgerald e io in un quotidiano. Sorseggiamo tè freddo senza stornare gli occhi dalle pagine.  Poi la signorina M. si accende una sigaretta e rompe il silenzio. «Ah, che uomo questo Gatsby! Ha messo su un impero solo per stare vicino alla ragazza che ama». Rido e la correggo. «Che è convinto di amare». «Chérie, convinto o no, viene fuori un gran signore. E per quanto ci riguarda non si…