Nina Berberova: l’impalpabile sulla carta

Nina Berberova: l’impalpabile sulla carta

Russa, di San Pietroburgo, ma di fatto parigina e pure americana. Un’esiliata, che ricorda, per destino e ardore narrativo, ma non per stile Agota Kristof. Parlo di Nina Nikolaevna Berberova, scrittrice. Se la sceglierete, incrocerete frasi corpose, storie difficili, solitudini che si sfiorano e non guariscono. Leggerla è come provare ad afferrare l’impalpabile: umori, impressioni, ricordi. Emotività. Forse sarà per questo che piace tanto alle donne, ma non consideriamola una verità, solo un’indicazione di massima. Di lei Adelphi, Guanda, Passigli e Feltrinelli hanno proposto diverse opere, dai romanzi ai saggi,…