Clara, di notte pensa a me

Clara, di notte pensa a me

Alan continuava ad affondare il piede nell’acceleratore della sua Corvette. Vai, che stasera voliamo, pensò con un sorriso idiota stampato sulla faccia. Voleva conquistare il mondo con uno sterzo tra le mani nervose, come se il rombo del motore bastasse a incoronarlo re, gladiatore o incendiario. Dietro, stravaccati sul sediolino, Clara e Patrick sarebbero voluti sparire nel vento che tagliava loro la faccia. “Alza il volume che questa mi fa impazzire” fece Patrick a Joshua seduto vicino ad Alan. Il riff di Love her madly ci mise un attimo ad infiammarli tutti, mentre correvano sparati…