Se d’improvviso mi svegliassi Lucile

Se d’improvviso mi svegliassi Lucile

Mettiamo che per un caso assurdo questa stanza diventasse quella di Lucile e che fuori, in un cortile della Parigi bene, una cabriolet mi attendesse a fari spenti per essere spinta oltre la rive gauche. Be’, se succedesse, ne sarei ben felice. Piomberei di colpo nella vita immaginifica di uno dei miei personaggi letterari preferiti, di cui ho avvertito persino la nostalgia. Nata dalla penna della scrittrice francese Françoise Sagan, Lucile è l’incarnazione della smania di vivere. Ha trent’anni ed è la protetta di Charles Blassans, un cinquantenne ricco, pacato,…