Stanno tutti bene tranne me: intervista a Luisa Brancaccio

Stanno tutti bene tranne me: intervista a Luisa Brancaccio

Una ragazzina e suo fratello festeggiano il compleanno di lui tirando eroina, mentre i genitori sono fuori per una crociera. Una donna annaspa nella solitudine davanti agli occhi distratti dell’esigentissimo e legnoso marito medico e i suoi figli. La giovane coppia, vicina di casa, naufraga per la morte del suo piccolino, mentre lo psicologo osserva, anche se di tanto in tanto si perde nei ricordi. In “Stanno tutti bene tranne me” (Einaudi), primo romanzo di Luisa Brancaccio, va in scena la tragicommedia tanto cara ad Ellis, il narratore dell’orrore quotidiano per antonomasia….