Noi che ci volevamo così bene #reprise

Noi che ci volevamo così bene #reprise

Camminavo. Ero appena scesa dall’ufficio, c’era il sole, in cielo e sulla mia faccia, di nuovo, dopo ore. Non pensavo a niente perché pensavo a tutto, a troppe cose insieme: le bozze da consegnare, la cena da mettere in tavola, quel viaggio che vorrei fare. Poi l’ho intravisto, tra la folla, camminava di spalle, davanti a me. Non mi ha notata, non avrebbe potuto. Non l’ho fermato. Era Lou, il figlio del regista, Lou il raccomandato, Lou che credeva avessi un debole per lui, Lou che stava con Ludovica. La…