Il teatro nel tempo di un caffè

Il teatro nel tempo di un caffè

Il barista che lavora al bar, giù all’ufficio, è gentile. Non faccio nemmeno in tempo ad avvicinarmi alla cassa che ha già indovinato il caffè che voglio. Mi sorride e qualche volta, se ha tempo, mi chiede come sto. Come lui anche i suoi colleghi, quelle due o tre divise di media altezza che sgobbano per guadagnare, ci scommetterei, meno di mille euro al mese. Qualcuno dirà beh, quanto vuoi che prenda un barista. Io non lo so, ma immagino pochino per mantenere una moglie e un bambino. Io quei…