Della giovinezza e di certe stagioni della vita #3

Della giovinezza e di certe stagioni della vita #3

Cara M. che bello, l’altro giorno ci siamo riviste. Ho compiuto trent’anni e tu sei tornata in paese, a casa di tua madre, solo per dirmi tanti auguri. Niente silenzi, niente imbarazzi tra di noi: solo la gioia di esserci ritrovate dopo mesi.  Tu corri, io corro, tu stai per avere un figlio, io non sono neanche sposata e mi ostino a dire che non lo farò mai, perché nel matrimonio non ci credo.  Siamo diverse, M. Ma che importa, visto che nei momenti che contano siamo una di fronte…