Verso il 2016: 48 verità di fine anno per la sopravvivenza

mano-con-una-scritta-sopra
PrintFriendly and PDF

Il mio 2015 iniziava con me dalla faccia contrita e un solo pensiero: speriamo che sia migliore del 2014. Vi dirò una cosa: lo è stato. E non perché siano accaduti fatti strabilianti. Semplicemente: ho incontrato persone interessanti (che bello, ogni cinque, sei anni, capita), ho iniziato a trovare nel quotidiano, per più di un giorno, un motivo per farmi una risata, ritrovandomi a ringraziare il cielo di esserci, di esistere, di riuscire a tenere testa ad un quotidiano che sa essere abrasivo. Tutto contenendo la mia insofferenza cronica, che, motore di tutte le cose, non è poi da disprezzare, solo da maneggiare con cura. Ho risalito la china emotiva (è stato un gran casino il 2014) e ho fatto il pieno di autocoscienza. Perciò, signori e signore: di seguito le 48 verità riscontrate con metodi empirici e che verosimilmente mi guideranno, a mo’ di faro, nel corso nel 2016.

Eccole:

  1. se hai la salute hai tutto, o comunque moltissimo
  2. la vita è breve
  3. la vita è bella
  4. l’ansia si tiene a bada, dominala
  5. la noia è dietro l’angolo, combattila
  6. non rinunciare a te stesso
  7. la bellezza è una ventata di freschezza per gli occhi e lo spirito
  8. la radio fa sognare
  9. volere è potere
  10. chi offende è fetente
  11. non esistono padroni, solo stronzi che entrano dalla porta principale
  12. la leggerezza è una via d’uscita, la fantasia anche
  13. ironico è bello, saccente qualche volta meno
  14. accettarsi è la strada verso giornate più clementi
  15. non sempre è necessario dire la verità
  16. le parole sono pietre o carezze, dipende
  17. scrivi se lo sai fare e se hai qualcosa da comunicare
  18. a volte è meglio fare finta di non aver inteso
  19. gli amici veri sono davvero preziosi
  20. l’amore è bello finché dura
  21. l’amore da solo non basta
  22. leggere è quasi sempre una buona idea, come ascoltare un buon pezzo rock e bere una tazza di tè dopo le 18
  23. la musica è uno scacciapensieri e può migliorare l’umore
  24. leggere a letto la domenica mattina è una coccola intellettuale
  25. tutto è ritmo, abbandoniamoci
  26. sono rare le volte in cui ti puoi permettere di piangere se veramente vuoi piangere, lo dice anche Neffa, a modo suo.
  27. di ragazze simpatiche (no oche, no stronze, no arpie, no finte sante) in giro ce ne sono
  28. in certe situazioni devi sorridere sorridere sorridere. No, non è un selfie, ma una recita pirandelliana
  29. certe volte i sogni non si avverano, altre sì
  30. ad una rinuncia corrisponde una contropartita, almeno così dice Carmen Consoli
  31. l’apparenza inganna, ma la prima impressione conta un casino
  32. la forma è sostanza
  33. la pigrizia uccide l’amore
  34. guardare a Piedi nudi nel parco è un modo per ricordarsi che LAT forse non conviene ma allunga la vita e rinvigorisce la coppia
  35. osservare gli uomini e le donne più adulti come una proiezione futura di se stessi può essere un ottimo modo per capire cosa si vuole e cosa no
  36. leggere i pensieri dei maestri buddhisti dà la carica, comunque vada nella pratica
  37. il fanciullino ogni tanto va lasciato libero, altre meglio chiuderlo nell’armadio
  38. ognuno cerca di presentare le cose come meglio crede e gli conviene, Mila docet
  39. se ti lasci andare, qualcosa accade
  40. il provincialismo è uno stato mentale
  41. inaspettato non è il disastro
  42. se ti prendi in giro, ti accetti facile, o comunque meglio
  43. i buoni consigli non valgano quanto la voce del tuo cuore
  44. ogni tanto chiediamo aiuto. Ogni tanto, ho detto
  45. se lo senti a pelle, forse è vero
  46. il più bello accade quando inizi ad abbandonare i fardelli e ad affrontare i blocchi
  47. la speranza aiuta, ma pure il senso pratico
  48. andrà tutto bene, credici

 

Be Sociable, Share!

    Related posts

    Leave a Comment